Archivi autore: Brain Refresh Lab

Il bisogno di comunicare

È impossibile non comunicare. In qualsiasi tipo di interazione tra persone, anche con un semplice sguardo, si trasferisce un messaggio. Comunichiamo tutti i giorni, con qualsiasi persona, più o meno consapevolmente, attraverso parole e gesti, per descrivere fatti ed eventi, per intraprendere relazioni sociali e suscitare emozioni.

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Sviluppo del potenziale il da .

Come si cambia

La nostra quotidianità dopo l’avvento del cellulare non è più la stessa. Abitudini e comportamenti si sono modificati radicalmente: comunichiamo, leggiamo e ci informiamo diversamente dal passato. La formula “tutto in uno” ha reso questo strumento indispensabile. Ma qual’è il rovescio della medaglia? 

 

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Sviluppo del potenziale il da .

Urban stress

Abitare o lavorare in una città mediamente caotica porta a vivere in uno stato di percezione controllata che obbliga a “rimettere a fuoco” in continuazione la propria attenzione. Inoltre, l’affollamento, i rumori improvvisi e la mancanza di contatto con la natura, implicano uno sforzo psicologico notevole con evidenti conseguenze.

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Sviluppo del potenziale il da .

Triggers 

Le nostre reazioni non nascono dal nulla, ma sono il risultato di specifici meccanismi di attivazione presenti nel nostro ambiente e di cui non ci rendiamo conto. Tali meccanismi svolgono un’azione costante e inarrestabile. Dalla cucina si diffonde il profumo di arrosto e improvvisamente le raccomandazioni del medico sul livello di colesterolo passano in secondo piano. Il telefono si mette a cinguettare e subito tutta l’attenzione è per ciò che compare sullo schermo anziché per la persona di fronte a noi. In queste e in tante altre situazioni l’ambiente sembra davvero essere al di fuori del nostro controllo. In realtà, non è affatto così, poiché, abbiamo sempre la possibilità di scegliere come rispondere. Ricco di storie e aneddoti illuminanti, il libro di Goldsmith può essere letto come un manuale in grado di mostrare come ottenere un cambiamento positivo nella nostra vita e diventare le persone che desideriamo essere.

Questo articolo è stato pubblicato in Fisico, mente e alimenti, Libri il da .

In trance

Simon, che lavora in una prestigiosa casa d’aste, si unisce a una banda criminale per trafugare un capolavoro di Goya. Durante il furto, però, viene colpito duramente alla testa e il trauma gli impedisce di ricordare dove ha nascosto il preziosissimo bottino. Quando neanche le minacce di torture fisiche sortiscono alcun risultato, il capo della banda ingaggia un’ipnoterapista per esaminare i recessi più intimi della sua psiche. Mentre la donna scava nel suo inconscio, la posta in gioco si fa più pesante e i confini tra desideri, realtà e suggestioni ipnotiche diventano sempre più indefiniti, fino a sparire del tutto.

Questo articolo è stato pubblicato in Film, Fisico, mente e alimenti il da .

Il bisogno di pensare

«Perché vivete? Quale scopo date al vostro essere qui? Cosa volete da voi stessi?» In questo nuovo libro Vito Mancuso ingaggia un dialogo serrato con i suoi lettori per risalire alle sorgenti di un bisogno primordiale dell’uomo, di una speciale capacità che ci caratterizza in modo peculiare distinguendoci da tutti gli altri esseri viventi: il nostro bisogno di pensare. È a partire da questa urgenza interiore, strettamente legata al desiderio e al sogno di una vita diversa e migliore, che Vito Mancuso ci sprona a tornare a «pensare con il cuore», senza barriere, preconcetti o tabù, e senza altro dogma che la ricerca costante del Bene. Così, nel movimento ora logico ora caotico delle nostre esistenze, questo libro diventa una guida capace di orientarci in quei momenti in cui siamo chiamati a scegliere se resistere strenuamente oppure arrenderci al flusso della vita. E, nei tempi sempre più indecifrabili che ci troviamo ad affrontare, ci invita a prestare attenzione al valore infinito di ogni istante, per raggiungere quella desiderata pace interiore, quell’equilibrio tanto atteso di chi ha finalmente trovato un senso al suo essere al mondo.

Questo articolo è stato pubblicato in Fisico, mente e alimenti, Libri il da .

La scienza della persuasione

Ogni giorno – dalle mura di casa all’aula scolastica, dalla sala riunioni ai social media – tutti cerchiamo di influenzare chi ci circonda. Tuttavia, molto di ciò che mettiamo in atto per condizionare gli altri è privo di efficacia, se non controproducente, perché non è compatibile con il modo in cui funziona la nostra mente. Tali Sharot, basandosi sui risultati delle ultime ricerche in neuroscienze, economia comportamentale e psicologia, scava sotto la superficie dei principi che comunemente guidano la nostra attività di influenzamento, ne dimostra l’infondatezza e ci dà una nuova comprensione del comportamento umano.

Questo articolo è stato pubblicato in Libri, Ruolo e posizionamento il da .

Prima di domani

Samantha si sveglia e crede di avere davanti a sé una giornata speciale, perché è il “giorno dei cupidi” nel suo liceo e perché lei e Rob, il suo ragazzo, hanno in programma una serata importante. La giornata è in verità molto più speciale di quel che crede e si ripeterà uguale a se stessa, come per una sorta di scherzo del destino, finché Sam non capirà come viverla appieno, nel modo giusto: come se fosse l’ultima.

L’abito non mente

La nostra è un’epoca in cui è attribuita un’enorme importanza al peso dato all’immagine che abbiamo di noi e a come appariamo agli altri. Ora l’immagine stessa è essenza della nostra identità. Se un tempo si nasceva con un’identità “preconfezionata”, derivante dal ceto, dalla provenienza geografica, dal grado di istruzione, ora essa è un costrutto “liquido”, che va costantemente costruito e negoziato. E così che anche l’abbigliamento aiuta a definire il sé, attraverso la costruzione sia dell’idea che abbiamo di noi sia di quella che vogliamo che gli altri abbiano di noi.

Questo articolo è stato pubblicato in Libri, Ruolo e posizionamento il da .

Perché esco a comprare il latte e torno con un televisore

Perché esco a comprare il latte e torno con un televisoreAlcune delle nostre decisioni sono così folli se guardate in retrospettiva che difficilmente possiamo credere di averle mai prese davvero. Eppure sì, l’abbiamo fatto… I dubbi tormentano: scegliere “di pancia” o “di testa”? Delegare o controllare? Cambiare lavoro o restare? E se le opzioni sono troppe? Jochen Mai ci guida attraverso i risultati più recenti della psicologia cognitiva, dell’economia comportamentale e degli studi sul cervello, per svelarci i meccanismi nascosti che si attivano ogni qual volta prendiamo una decisione. Offre inoltre consigli pratici, presenta diverse tecniche decisionali, fornisce esempi concreti per affrontare le nostre prossime decisioni più consapevolmente. Identificando gli errori di ragionamento più classici in cui cadiamo e i dilemmi in cui ci ritroviamo incastrati di volta in volta, Jochen Mai ci dice come migliorare le nostre capacità decisionali, rendendoci più autonomi, meno influenzabili e più soddisfatti! Cosa influenza le nostre decisioni? Come arriviamo a maturarle? Perché oggi decidiamo una cosa e domani qualcosa di completamente diverso? Cosa distingue gli uomini dalle donne in fatto di decisioni? Cosa guida le nostre scelte in famiglia e con il partner? E al lavoro? E al supermercato? Una sola decisione buona o cattiva può cambiare il corso della nostra vita per sempre. Questa guida completa alla scienza della decisione ci insegnerà a valutare, ponderare, prendere una direzione anziché un’altra, e ci farà aprire gli occhi sulle trappole lungo il percorso che porta a una scelta, senza dovercene così pentire subito dopo.

Questo articolo è stato pubblicato in Informazioni e tecnologia, Libri il da .