Archivi categoria: Credere

Mutande di ghisa

“Multinazionali della crema snellente, magnati delle merendine e dei fiocchi di cereali, banche e istituzioni finanziarie, grandi catene della distribuzione, nani e giganti dell’auto, ambulanti e telepiazziste del manubrio che promette tartarughe al posto di panze molli…” tutti vogliono solo spingerci a comprare i loro prodotti. Ci convincono (di solito in fretta) seducendoci con le parole, intrappolandoci con le emozioni, contando sulla nostra distrazione e disattenzione.
Questo libro illustra tutti i trucchi che ci irretiscono la mente e ci spalancano i portafogli. Un libro per costruirci un bel paio di indistruttibili mutande di ghisa, che ci proteggeranno dai furbi, dalle fregature e dalle trappole in cui cade il nostro cervello.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Libri il da .

Whiplash

Andrew, 19 anni, sogna di diventare il miglior batterista jazz della sua generazione. Al Conservatorio di Manhattan, dove si esercita senza sosta, la concorrenza è però feroce. Andrew, poi, vorrebbe entrare nella big band di punta, quella diretta da Terence Fletcher, professore tanto inflessibile quanto intrattabile. Quando infine riesce a raggiungere il suo scopo, sotto la guida di Fletcher, Andrew inizia la sua ascesa nella ristretta cerchia dell’eccellenza dei batteristi.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

Il pescatore di sogni

Alfred Jones è uno scienziato introverso e compassato occupato presso il Ministero della Pesca e dell’Agricoltura. Vessato da un superiore ottuso e da una moglie algida e in carriera, il dottor Jones riceve una mail e una curiosa proposta: introdurre la pesca al salmone nello Yemen. Contattato da Harriet Chetwode-Talbot, funzionario commerciale che gestisce ricchezze e interessi di uno sceicco yemenita col vizio della canna e della fede, Jones scoraggia il progetto e declina il lavoro. L’intervento aggressivo e autoritario di Patricia Maxwell, portavoce del primo Ministro britannico, determinato a ‘pescare’ good news nel marasma mediorientale, costringerà Jones ad accettare suo malgrado. Contagiato molto presto dalla visionarietà dello sceicco e dalla grazia di Harriet, il ragionevole esperto in scienze ittiche risalirà fiume e corrente per trovare finalmente il vero amore e un’acqua più dolce in cui bagnarsi.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

Lettere a Steve Jobs

Il fondatore dell’azienda più cool del mondo, l’uomo che ha cambiato la nostra vita quotidiana, uno dei più grandi innovatori americani, può trovare il tempo di rispondere ai messaggi che gli mandano i suoi clienti, fan e detrattori? Sì, se si chiama Steve Jobs. In molti gli scrivevano per avere aiuto o ricevere informazioni sui piani di sviluppo di Apple; qualcuno, a volte, per esprimere il proprio dissenso sulle posizioni dell’azienda. Tutti, comunque, rendevano pubblica la risposta che ricevevano come se fosse un bene da condividere con il mondo. Con il passare degli anni le email di Jobs sono diventate un momento atteso dai fan e dagli esperti di settore e una parte fondamentale dell’aura di leggenda che lo avvolgeva. Oggi rappresentano una prospettiva insolita per comprendere non solo il fenomeno mediatico, ma anche l’uomo che in questo si nascondeva, soprattutto negli ultimi tempi prima della morte. Arricchita dalle interviste con i destinatari dei messaggi (ad alcuni dei quali ha anche telefonato personalmente) questa originale biografia per email mette in luce il modo complesso (e anche un po’ distorto) in cui Jobs dipingeva se stesso al pubblico e conferma l’originale percorso umano e professionale che ne ha fatto un mito.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Libri il da .

Fahrenheit 451

Montag è un pompiere, o meglio un “milite del fuoco”. Però il compito dei pompieri, nel 2052, non è quello di spegnere gli incendi, ma di appiccarli. Un governo autoritario e dispotico mantiene il suo potere tentando di cancellare la libertà di pensiero e di espressione, fonte di rinnovamento e di progresso. Banditi come eversivi libri e uomini di cultura, ha affidato ai militi del fuoco l’incarico di scovarli e incenerirli (nella scala Fahrenheit, i 451 gradi rappresentano la temperatura alla quale i libri prendono fuoco). Montag svolge diligente il suo lavoro, bruciando spensieratamente uomini e libri, fino a quando gli capita di leggerne uno. Folgorato da quella scoperta, non riesce più a smettere e trafuga un libro dopo l’altro, finchè la moglie, terrorizzata, lo denuncia. Montag fugge e si dà alla macchia. Scoprirà, unendovisi, una umanità clandestina, gli “uomini-libro”, formata da individui ognuno dei quali si è assunto il compito di mandare a memoria un libro, per mantenerne il ricordo.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

L’arte di andare avanti

La crescita personale e la realizzazione di sé non si raggiungono una volta per sempre. La sfida di essere se stessi presuppone uno sforzo continuo, un cammino pieno di deviazioni e regressioni che dobbiamo accettare con consapevolezza, senza perderci d’animo. Aiutare gli altri in questo cammino, illuminandone la strada, così come lui stesso ha avuto bisogno di essere guidato in alcuni tratti del suo percorso, è la missione di vita e professionale di Jorge Bucay, terapeuta e autore di bestseller che torna a occuparsi di come affrontare le sfide dell’esistenza in una fase storica in cui c’è particolare bisogno di strumenti per raggiungere insieme il benessere spirituale e il successo. Per farlo, condivide con il lettore 20 passi che coprono tutti gli aspetti della vita – dalla comprensione di se stessi al rapporto con gli altri, dalla creatività alla gestione dei rischi, dai rapporti affettivi a quelli di lavoro – ciascuno “raccontato” con parole semplici e profonde che incoraggiano consapevolezza, dinamismo e ottimismo per il futuro. Un itinerario per imparare a: pensare prima a se stessi e poi concentrarsi sul resto del mondo; sostituire il “posso” al “voglio”, affinché il desiderio non sia condizionato dalle limitazioni del passato; porre fine al tempo in cui il nostro io dipendeva dalle attenzioni che ci erano rivolte o dalle decisioni altrui; condividere con gli altri ciò che abbiamo imparato.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Libri il da .

L’arte della felicità

Sergio è un tassista, musicista per vocazione, ma ha chiuso con la musica dieci anni prima, quando suo fratello maggiore, Alfredo, l’ha abbandonato proprio quando la loro carriera artistica stava decollando. Da quel giorno Sergio si rinchiude nel suo tassì, che diventa un microcosmo a tenuta stagna, tramite il quale filtra il mondo esterno; una piccola gabbia percettiva, una specie di ombelico del mondo su quattro ruote nel quale vanno e vengono persone, vite e coincidenze.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

Rush

La grande rivalità sportiva tra i due piloti di formula uno James Hunt e Niki Lauda: il diavolo e l’acquasanta. Serata nei night, donne, luci della ribalta dalla parte del britannico e serietà, rigore e sobrietà per l’austriaco. Una rivalità che dopo l’incidente si strasforma in profonda amicizia, sostegno e simpatia.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

Kinky Boots

Charlie è l’ultimo erede di una fabbrica di scarpe inglese dal passato nobile, ora in crisi a causa della congiuntura e di scelte finanziarie sconsiderate. Charlie si imbatte in un’inattesa occasione quando conosce Simon, un giovane nero che la sera si esibisce come “drag queen” con il nome Lola. Gli stivali che realizzerà per lui si riveleranno infatti un inatteso successo…

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .

The Butler

Eugene Allen, nero di umili origini, è stato maggiordomo alla Casa Bianca dal 1957 al 1986, testimone della vita privata e delle vicende politiche di sette presidenti degli Stati Uniti, da Harry Truman fino a Barack Obama. Il film racconta la tenacia e la determinazione di un uomo, la nascita di una nazione e la forza della famiglia. Tratto da una storia vera.

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Film il da .