Il cammino dell’uomo

L’itinerario per la crescita, la maturità e l’autenticità dell’uomo passa attraverso il “tornare a se stesso”, ma anche per “l’andare verso se stesso”. L’uomo deve cioè fare della sua vita un cammino rispondendo alla domanda “Dove sei?”, senza tentativi di nascondersi. La risposta a questa domanda induce a prendere coscienza che davanti ad ogni uomo sta una via del tutto particolare e sua propria. Ogni tentativo di imitazione di ciò che è già stato percorso sarebbe una sterile ripetizione. Ogni pretesa che la propria via precluda ad altri la loro sarebbe semplicemente assurda. Non esiste una via unica, occorre invece scegliere la propria e scegliere vuol dire rinunciare.

Questo articolo è stato pubblicato in Libri, Mercato interno il da .