Scuse sociali

Parole come “scusi, mi dispiace, sorry”, fanno parte di un repertorio che usiamo tutti i giorni, anche quando non sarebbe necessario. Ma perché queste “scuse superflue” le porgiamo tanto spesso? Quali sono gli schemi mentali e i vantaggi che ne conseguono, quando si innesca questo tipo di automatismo verbale?

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Credere, Sviluppo del potenziale il da .

L’età del cambiamento

Il cambiamento è una costante dell’evoluzione umana che agisce nel tempo con un’intensità diversa. Si cambia fuori e anche “dentro” ma non sempre ce ne rendiamo conto. Ci convinciamo di essere molto diversi dal passato e di aver raggiunto un certo equilibrio: un’illusione maturata dal bisogno di sentirci stabili, dalla convinzione di conoscerci bene e dal non sapere cosa riserva il futuro.

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Sviluppo del potenziale il da .

Espressioni tattili

Con la loro capacità di rafforzare e spesso sostituire le parole, le mani rappresentano uno mezzo indispensabile per tradurre in azione i nostri pensieri. Indispensabili nei contatti sociali e usate per chiamare, orientare, minacciare, accarezzare e colpire, diventano uno strumento prezioso per la comprensione degli altri. 

Continua a leggere

Questo articolo è stato pubblicato in Informazioni e tecnologia, Sviluppo del potenziale il da .